Programmazione anno scolastico 2017/2018

"Con le mani posso..."

"Se ascolto dimentico, se vedo ricordo, se faccio imparo"

Mani per comunicare, mani per esplorare, mani per creare, mani per giocare, … Le mani sono uno dei primi strumenti che il bambino utilizza per approcciarsi al mondo e conoscerlo, permettendogli al contempo, metaforicamente e realisticamente parlando, di plasmarlo e lasciare una traccia di sé.
L’uso delle mani risponde a bisogni affettivi e conoscitivi del bambino, sviluppando al competenze espressive, motorie e cognitive.
I bambini imparano facendo, il nostro progetto vuole quindi consentire, agevolare e promuovere, il passaggio dall’esplorazione non finalizzata, all’uso delle mani per fare, nella sua accezione più completa: capire, imparare, conoscere.
Il fare per il fare, per il prodotto, lascia il posto al fare per pensare, per imparare, per scoprire.
A partire dall’uso delle proprie mani, i bambini saranno dunque accompagnati alla scoperta del mondo che li circonda e al perfezionamento delle proprie abilità manuali.

Partendo da questo tema, sono stati ipotizzati tre percorsi:

  • mani che…creano con riferimento alla pittura, al disegno, all’arte
  • mani che..trasformano con riferimento alla manipolazione di materiali naturali e all’attività in cucina;
  • mani che…lavorano con riferimento alla scoperta dei mestieri presenti nel nostro territorio
Verifica, documentazione, valutazione

Durante il nostro percorso si darà valore all’osservazione mirata e sistematica dei prodotti realizzati dai bambini (rappresentazioni grafiche, schede operative…) e dei loro processi attivi (dialoghi, atteggiamenti, partecipazione…). Si terrà conto dei livelli di padronanza relativi le conoscenze, le abilità, le strategie di ciascuno, rispettando i bisogni, le attitudini e le caratteristiche personali di ogni bambino. Intesa in questo senso, la valutazione che effettueremo costituirà un processo formativo continuo, riconoscendo anche la consapevolezza che il bambino ha delle proprie conquiste. Nel corso dell’anno si potranno utilizzare griglie di osservazione sistematiche.

Un altro importante strumento di verifica e autoverifica è quello della documentazione, che consente di ripensare a “posteriori” al percorso didattico svolto. La documentazione permette di tenere memoria di quanto avviene nella scuola, di costruire significati condivisi e di “lasciare traccia” delle proprie esperienze educative.

Tale esercizio rende visibile l’apprendimento dei bambini e comunica agli stessi che le loro idee e le loro azioni sono prese seriamente in considerazione. Questo li incoraggia e responsabilizza, aiutandoli ad ampliare ed approfondire il loro apprendimento. La documentazione delle attività e dei progetti realizzati dai bambini, offre loro l’opportunità di ricercare la propria identità, di potersi raccontare e riascoltare e di condividere con i genitori quanto hanno imparato a scuola.

Per tale motivo, si è pensato di realizzare insieme ai bambini e per ogni unità didattica e di apprendimento dei fascicoli individuali, che raccoglieranno le attività grafico ‐pittoriche, le rappresentazioni grafiche e le eventuali scritture riguardanti l’attività didattica. I fascicoli riporteranno per ogni intervento la consegna del lavoro che i bambini dovranno svolgere.

Quest’ultimi, opportunamente rilegati, verranno consegnati alle famiglie al termine dell’anno scolastico al termine di ogni progetto. Altre fonti di documentazione saranno i prodotti realizzati in piccolo gruppo, le foto che verranno scattate nel corso dell’attività didattica.